Nuovo ciclo di attività per il supervulcano, Campi Flegrei?

Nuovo ciclo di attività per il supervulcano, Campi Flegrei?

Secondo una ricerca svolta da studiosi italiani, il vulcano si starebbe ricaricando, anche se non è possibile prevedere se ci sarà un'eruzione futura.

Il vulcano, classificato come il più pericoloso d'Europa, è nuovamente in attività però non è possibile prevedere se avrà luogo una futura eruzione o se ci saranno solo piccoli episodi (come quelli avvenuti 500 anni fa)

Il ciclo dei Campi Flegrei

Secondo le osservazioni dei ricercatori, le attività dei Campi Flegrei avviene secondo un ciclo dove dopo un'eruzione di magma si forma una caldera; successivamente il vulcano entra in un periodo di frequenti ma minori eruzioni causate da tasche di magma.

Per dare vita ad una grande eruzione è necessario che il serbatoio si ricarichi e cresca.

Secondo i vulcanologo, il vulcano sarebbe nella fase di lenta ricarica perché il magma dell'eruzione del Monte Nuovo ha caratteristiche simili a quelle delle fasi iniziali delle eruzioni che hanno preceduto le due catastrofiche del passato.

La prima eruzione avvenne 39.000 anni fa, i flussi di magma e gas seppellirono due terzi della Campania.

La seconda eruzione fu quella del Tufo Giallo, che si verificò 15.000 anni fa.

Questi due episodi fecero sprofondare il territorio flegreo e diedero origine a una caldera che oggi rappresenta la struttura più evidente dell'intera area.

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *