Le pietre di Ica: cosa sono e che origine hanno le incisioni?

Le Pietre di Ica sono una collezione di pietre di andesite, una roccia ricca di silicati tipica delle Ande, recanti una serie di incisioni superficiali, fra cui rappresentazioni di dinosauri e tecnologia avanzata, quali telescopi, bizzarre macchine volanti e strumenti per pratiche chirurgiche assolutamente avanzate per l'epoca.
Sono state scoperte in una grotta vicino alla città di Ica, in Perù, e rese note dal medico peruviano Javier Cabrera Darquea.
Molti scienziati le hanno studiate, e la maggior parte di essi fa risalire le pietre a 12 mila anni fa. Per quanto riguarda le incisioni su di esse, si ritiene che si tratti semplicemente di falsi, realizzati anche alla buona, usando trapani da dentista.
I ricercatori del CICAP argomentano che il numero di pietre prodotte sarebbe compatibile con quelle lavorate dai numerosi campesinos che hanno ammesso di averne fabbricate, ponendole poi in un gallinaio per dar loro una patina di antichità. Inoltre, sempre secondo il CICAP, la qualità e lo stile delle incisioni cambiano col tempo dei ritrovamenti. Ovvero, i dinosauri del 1966 sono intagliati più approssimativamente di quelli recenti, e lo stesso vale per il metodo di incisione, che migliora col tempo dei ritrovamenti. Entrambi questi fatti sarebbero incompatibili col ritrovamento casuale di pezzi appartenenti a un unico periodo storico.

A che scopo?

C’è però anche un filone che crede che le pietre siano vere. I membri di una spedizione archeologica spagnola ha infatti affermato di aver trovato alcune di queste pietre non al mercato nero, ma in un contesto di scavo, e di averle datate attorno a 100 mila anni fa.
Mistero o bufala?

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *