L’ESA, l’Ariane e i veicoli per il volo umano

Il programma Ariane si riferisce ad una serie di razzi vettori di uso civile costruiti dal consorzio Arianespace per conto dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

L'ESA è appunto un'agenzia internazionale fondata nel 1975 e incaricata di coordinare i progetti spaziali di 22 paesi europei. Il suo quartier generale si trova a Parigi ma ha uffici a Mosca, Bruxelles, Washington e Houston.

Lo spazioporto dell'ESA è il Centre Spazial Guyanais a Korou, nella Guyana francese, un sito scelto per la sua vicinanza con l'equatore.

Durante gli anni il lanciatore Ariane 5 ha permesso all'ESA di raggiungere il primo posto nei lanci commerciali divenendo il principale concorrente della NASA nell'esplorazione spaziale.

Il programma Ariane fu una proposto avanzata dalla Franca negli anni settanta. Il nome in codice del progetto era L3S, acronimo di lanci di terza generazione.

L'ESA ha supervisionato lo sviluppo dei razzi e ha fornito le infrastrutture mentre l'Arianespace si è occupata della progettazione e costruzione.

L'Arianespace lancia i razzi Ariane dallo spazioporto nella Guyana francese in quanto la vicinanza all'equatore dà un vantaggio per il lancio dei vettori.

Negli anni sono stati costruiti diversi modelli Ariane e ognuno di essi è stato lanciato nello spazio ma quello più importante è Ariane 5 in quanto è il lanciatore primario dell'ESA.

Il suo massimo carico utile è di 6/10 tonnellate per un'orbita geostazionaria (orbita circolare ed equatoriale situata ad un'altezza tale che il periodo di rivoluzione di un satellite che la percorre coincide con il periodo di rotazione della terra) mentre di 21 tonnellate per un'orbita LEO (è un'orbita attorno alla terra di altitudine compresa tra l'atmosfera e le fasce di Van Allen).

Il lanciatore è in servizio dal 1997.

Dell'Ariane 5 esistono diverse versione tra cui l'Ariane 5 ECA che è in grado di lanciare il massimo carico utile.

Negli anni 80 la Francia insistette per la realizzazione di un veicolo europeo in grado di trasportare esseri umani.

Nel 1985 si realizzò un veicolo riutilizzabile.

Nel 1987 si avviò il progetto del mini shuttle Hermes.

L'aeromobile era formato da un piccolo veicolo riusabile in grado di trasportare tra i 3 e i 5 astronauti e tra le 3 e le 4 tonnellate di carico utile per esperimenti scientifici.

In parallelo si sviluppò il progetto del razzo Ariane 5.

Si era pianificato che Hermes potesse effettuare solo voli in orbita LEO. Solo nel 1991 la fase di presviluppo venne completata però la produzione non venne mai terminata.

Alla fine nel 1995 il progetto Hermes venne cancellato.

Negli ultimi decenni l'ESA ha avviato nuovi programmi per il trasporto umano. Interessante è il progetto Hopper di cui esiste un prototipo prodotto dall'EADS (European Aeronautic Defence and Space Company - è un'agenzia europea che opera nel settore aerospaziale e della difesa, creata dalla fusione tra la tedescaDaimlerChrysler Aerospace AG [DASA], la franceseAérospatiale-Matrae la spagnolaConstrucciones Aeronáuticas SA [CASA]).

Il progetto come Hopper però non può essere realizzato nel prossimo decennio, ma una nuova possibilità è sorta recentemente.

Dopo colloqui con l'Agenzia Spaziale Russa, L'ASR e L'ESA hanno annunciato lo sviluppo di un veicolo riutilizzabile chiamato Kliper.

Questo è stato progettato per poter superare l'orbita LEO e raggiungere orbite come quella della Luna o di Marte.

Kliper è la risposta russo-europea all'Orion americano (successore dello Space-Shuttle)

Kliper costerà 3 miliardi di euro e sarà costruita in modo congiunto in modo da poterla lanciare sia dalla Guyana che da Baikonur.

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *