I vampiri energetici, chi sono e cosa fanno

Riconosco che l'argomento di cui oggi tratterò è alquanto strano, ma è un qualcosa che spesso accomuna molte persone.

Vi è mai capitato di sentirvi stanchi e spossati quando dovete relazionarvi con altre persone? Se la vostra risposta è "Sì" allora sappiate che potreste avere a che fare con una persona che viene definita dalla psicologia come Vampiro energetico o vampiro emotivo.

Comprendo quanto sia ridicolo questo nome ma fateci caso, il vampiro è un essere che succhia sangue quello energetico è colui o colei che inconsapevolmente o consapevolmente, tende a succhiare l'energia di chi gli sta intorno. Il risultato è che la "vittima" si trova indebolita, mentre la persona che prende, ne trae un vantaggio.

Ma chi sono queste persone?

Il primo campanello d'allarme che ci dice che siamo in presenza di un vampiro energetico è il senso di spossatezza.

Ogni discussione con l'altra persona diventa difficile e faticosa, ci si sente sempre meno rispetto all'altro in quanto il "vampiro" tenderà a chiedere cose come <<Ti ho fatto arrabbiare?>>, <<Ho fatto qualcosa di male?>>, frasi che dette così sembrano dettate dall'altruismo, dall'interessamento, in realtà così non sono..

Queste persone sono manipolatori, minano l'autostima, riversano sugli altri i propri problemi e se conoscono i tuoi punti deboli sanno dove colpire per farti soffrire.

Altro elemento sono l'ipercriticità verso gli altri ed ultimo il ricatto emotivo, ovvero far sentire in colpa per poter manipolare.

Il vampiro però, badate bene, non è sempre una persona maligna. Può essere un individuo inconsapevole di ciò che fa. In psicologia vengono definiti tali coloro che hanno dei blocchi psicologici e che tendono a proiettare sugli altri i propri problemi. In questo caso è una persona che ha bisogno di qualcun'altro per potersi appoggiare.

Altre volte invece tale persona è qualcuno con un forte carattere, con una grande autostima e un ego smisurato, passano sopra altri altri pensando solo al proprio bene emotivo e fisico.

Infine abbiamo i vampiri energetici narcisisti, i peggiori poiché sono consapevoli di ciò che fanno. Rubano le energie per poter andare avanti e raggiungere i propri scopi, sfruttando chi cerca di aiutarlo.

Ma come li si affronta?

Quando riteniamo di aver di fronte una persona simile, il primo passo è fargli notare il suo comportamento in modo che esso provi a cambiare e a pensare anche al bene del prossimo e non solo al proprio.

Un altro aiuto potrebbe essere quello di indirizzarlo verso un professionista.

In entrambi i casi però deve essere la volontà del cambiamento, altrimenti a nulla serve.

Se invece doveste trovarvi di fronte ad un vampiro che cerca di resistere a tali tentativi, c'è solo una soluzione: tagliare i ponti.

Ricordate sempre che la vostra mente è un’arma potentissima, l'unica in grado di generare felicità: solo voi avete il potere di impedire ai vampiri di energia di rubarvi linfa vitale.

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *