Hitler e la fortezza antartica nazista

Ciò che avvenne durante la seconda guerra mondiale è conosciuto ed è scritto nei libri di storia, ma non tutti, probabilmente, sono a conoscenza di alcuni esperimenti condotti con presunte tecnologie sconosciute dai nazisti

I nazisti hanno perquisito il pianeta alla ricerca di manufatti mistici e di tecnologia ultraterrena sperando di imbattersi nella fortezza antartica nazista.

La più importante e memorabile di queste missioni fu quella di Neuschwabenland e la loro enigmatica Base 211 nell'Antartide.

La Nuova Svevia (Neuschwabenland in tedesco) è una zona dell'Antartide compresa tra le longitudini 20° E e 10° O (situata nella Terra della Regina Maud, rivendicata dalla Norvegia), che fu rivendicata dalla Germania nazista dal 19 gennaio 1939 all'8 maggio 1945.

La prima spedizione fu guidata dal professore di geologia Erich Dagobert von Drygalski nel 1901. La spedizione composta da 27 uomini durò più di due anni, la loro nave Gauß, rimase bloccata per più di 14 mesi nella banchisa.

La seconda spedizione ufficiale (1911-1912) fu guidata da Wilhelm Filchner. Fece studi per scoprire se l'Antartide era costituito da un'unica terra. Con la sua nave, la Deutschland, penetrò nel Mare di Weddell, allora inesplorato.

La terza spedizione (1938-1939), guidata da Alfred Ritscher, fu organizzata col principale obiettivo di creare una zona per la caccia alle balene.

La leggenda vuole che la spedizione tedesca in Nuova Svevia fosse stata organizzata dalle forze armate per scopi prettamente militari e di sviluppo delle armi. Secondo alcune fonti di tipo complottista, infatti, sotto il ghiaccio sarebbe nascosta la leggendaria Base 211, ove i tedeschi avrebbero tentato di costruire ipotetiche nuove armi e veicoli come il Vril.

Secondo una serie di voci la "Stazione 211" esisteva, e se così fosse, allora doveva essere situata all'interno delle montagne Muhlig-Hofmann.

I fatti però sono difficili da rintracciare poiché i testimoni sono presunti e ciò che affermano è che i nazisti avessero creato lo Shangri-La sulla Terra.

Molti autori propongono che nel 1946-47 l'ammiraglio Byrd abbia cercato basi naziste e che l'operazione Highjump fu istituita per indagare su una presenza nazista.

Secondo le teorie del complotto, questa missione fu istituita per scovare e conquistare le strutture sotterranee naziste realizzare per l'appunto in Antartide, ed a catturare il prototipo del Vril, un disco volante nazista, oppure del Thule, un'astronave alimentata a mercurio.

Tale operazione fu interrotta sei mesi prima del previsto.

Tuttora nessuno sa dire con certezza se Byrd abbia cercato la fortezza nazista o se si sia imbattuto in essa; tuttavia i ricercatori hanno trovato le cosiddette montagne prive di ghiaccio.

Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *