Nocturne di Lorelei Bell – Sabrina Strong Series (Recensione)

Spread the love

Titolo: Nocturne

Autore: Lorelei Bell

Editore: Creativa

Prezzo: 2.49€ (Ebook); 19.23€ (Cartaceo)

 

Trama

Quando sparisce Lindee, la cugina di Sabrina, la chiaroveggente teme che ci siano i vampiri dietro a tutta la faccenda… e ben presto scopre che le cose sono anche peggiori di quanto immaginava. Oltre il Velo Nero, i vampiri sono dieci volte più numerosi degli umani, che non sono altro che donatori di sangue e oggetti sessuali dei vampiri.
È in questo luogo che Sabrina incontro Drakulya l’Impalatore, che è riuscito non solo a diventare un vampiro, ma a vivere in quello strano mondo assumendo la carica di re.
Con il Pugnale di Delfi, Sabrina affronterà i Terribili – degli stalker e assassini senza pietà.
Sabrina porta al collo la pietra che ospita lo spirito di Dante Badheart, ma anche altri misteri avvolgono quell’oggetto magico.

Recensione

Ritorno con la recensione del terzo volume della saga Sabrina Strong.

Questo romanzo migliora rispetto al secondo, probabilmente a causa della nuova ambientazione; infatti Sabrina si ritrova catapultata in un mondo nuovo, Oltre il Velo Nero e qui dovrà scoprire cosa ne è stato di sua cugina Lindee, sparita nel suo mondo senza lasciare tracce.

E’ un mondo completamente diverso da quello in cui la nostra protagonista proviene. Qui l’elitè sociale è costituita dai vampiri che governano sugli umani rendendoli schiavi. I vampiri costituiscono circa il 90% della popolazione e il potere è detenuto da Drakulya, si avete capito bene, lo stesso Dracula descritto da Bram Stoker e anche conosciuto come l’impalatore.

L’ambietazione è prettamente vittoriana e descritta in maniera abbastanza lineare anche se come avremo capito, la Bell predilige descrivere i personaggi, rendendoli tutti sexy e figaccioni. Bah!

Il primo incontro Sabrina lo fa con il figlio dell’Impalatore che inizialmente la scambia per una prostituta, successivamente i loro incontri diventano più frequenti tanto da renderli complici (in molti sensi)

I nemici che dovrà affrontare provengono sia da questo mondo che dal suo e infatti ritroveremo un vecchio nemico che credevamo fosse morto.

Pro e contro.

Mi sono rattristata ogni volta che Sabrina ripensava al suo amore Dante, ora morto. Vi giuro che ho sentito anche io la sua mancanza.

Mi è piaciuto molto Draculya e la descrizione del suo carattere.

Altri elementi interessanti sono stati i diversi tipi di vampiri che esistono in questo mondo, diversi da quelli presenti nel suo.

Non mi è piaciuto il fatto che la protagonista si faccia sempre qualcuno e sia sempre lasciva quando incontra altri uomini che a quanto pare la eccitano.

Anche in questo romanzo troviamo diversi refusi, errori e buchi nella trama che mi hanno fatto storcere il naso però come per gli altri, leggerò sicuramente il quarto libro perché nonostante tutto è piacevole.

La scrittura è fluida e si legge con facilità.

Voto 6/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *